i-plug-in-per-wordpress

L‘articolo di oggi è decisamente ambizioso per due motivi: il primo è che parleremo solo di plug-in, un argomento tra i più interessanti, vasti e complessi di WordPress; il secondo motivo è che lo faremo senza parlare di alcun plug-in specifico, cercando di spiegare con semplicità tutto ciò che serve per poter padroneggiare l’argomento.

Perché faccio questa premessa? Semplicemente perché il lavoro di back-end (cioè dietro le quinte) che accompagna la scelta di un’estensione per WordPress non si limita a dover guardare cosa c’è di disponibile in Internet, individuare il plug-in che fa (più o meno) quello che occorre, copiarlo sul server e infine usarlo, ma c’è come vedremo un approccio da seguire che ci risparmierà delusioni e mal di testa.

Come al solito, visto con l’ottica del programmatore, se non trovo il plug-in esattamente come serve per i miei progetti, posso sempre pensare di svilupparmelo da solo :-)

E’ quindi necessario comprenderne un po’ la filosofia, capire come ottenere il massimo da loro e, purtroppo, a volte accettare anche qualche compromesso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *